Voslab’s Weblog

Un pò di barocco non guasta mai!

Posted on: dicembre 14, 2009

Ancora attivo dopo anni di soprintendenza, Nicola Spinosa conclude il suo “ruolo artistico napoletano” con un nuovo regalo, giusto per le feste natalizie e da conservare almeno fino ad aprile: una nuova mostra!

Ritorno al Barocco

A circa 24 anni di distanza dalla mostra “Civiltà del seicento a Napoli“, Nicola Spinosa mette in luce un nuovo aspetto dell’arte napoletana che racchiude i segreti più reconditi dello stile  barocco tipico del Caravaggio e delle architetture pompose del Vanvitelli.

Ritorno al Barocco” è il titolo della presentazione delle opere che si dirameranno tra sei musei diversi di tutta la città di Napoli: patrimoni conosciuti da poco, donazioni da parte di privati o di Musei stranieri… insomma gioielli mai visti fino ad oggi, tutti in grado di tracciare un vero e proprio itinerario storico, artistico e culturale che racchiude tutte le meraviglie del periodo barocco napoletano!

Uno spettacolo d’arte che ha unito il Ministero per i Beni e le attività Culturali, la Regione Campania e l’Assessorato al Turismo e ai Beni Culturali. La mostra si pone come scopo la ripresa delle bellezze della città di Napoli, che ad oggi non vive un periodo luminoso.

Un Seicento di tutto rispetto, che ha dato i natali a personaggi illustri e che vive ancora nelle strade di ogni città. Ma Napoli è il vero crogiolo del barocco puro, la città dall’essenza barocca in ogni suo aspetto, qui, dove le abitazioni grondano ancora di architetture barocche, ricche, dove ancora è possibile girare film che rievocano l’epoca borbonica e dove ancora riecheggia la maestosità dei re e la povertà cittadina. Un semplice richiamo al passato che cerca di vivacizzare Napoli con ciò che ancora la rende la città più bella al mondo: l’arte!

Insomma… gli antichi detti non tramontano mai: Vedi Napoli e poi muori!

6 le sedi della mostra:
Capodimonte: “Storie sacre e profane da Caravaggio a Solimena” (1606-1747)
Castel Sant’Elmo: “Restauro di dipinti e oggetti dal 1600 al 1750” con foto di Luciano Pedicini
Certosa e Museo di San Martino: “Il barocco in Certosa-scultura barocca-ritratti storici e immagini della città”
Museo Duca di Martina: “Le arti decorative”
Museo Pignatelli: “Natura in posa”
Palazzo Reale: “Architettura, urbanistica e cartografia da Domenico Fontana a Ferdinando Sanfelice”,corredi barocchi nell’appartamento storico e presepe.

Buona visone!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: