Voslab’s Weblog

Napoli “pioniera” dell’arte contemporanea: le mongolfiere di Carsten Nicolai

Posted on: dicembre 23, 2009

Come ogni anno, nel periodo delle feste natalizie, l’arte contemporanea lascia le sue tracce inconfondibili nella città di Napoli, e non solo nei luoghi tradizionalmente adibiti all’arte, ma anche nelle strade, nei vicoli, tra la gente.

Quest’anno le installazioni più interessanti sono state realizzate da Carsten Nicolai, artista tedesco diviso tra il mondo dell’arte contemporanea e quello della musica elettronica, considerato una delle figure più importanti del panorama artistico internazionale. Da alcuni anni egli esegue sperimentazioni sonore nel campo della musica elettronica sotto lo pseudonimo Alva Noto, eseguendo concerti all’interno di musei e spazi istituzionali tra cui il Solomon R. Guggenheim Museum a New York, il San Francisco Museum of Modern Art, il Centre Pompidou a Paris, la Kunsthaus di Graz e la Tate Modern di Londra.

Ed è Nicolai l’artista scelto da Regione Campania e Comune e Provincia di Napoli per la quindicesima edizione del tradizionale appuntamento che negli anni scorsi ha visto sfilare big del calibro di Mimmo Paladino, Jannis Kounellis, Mario Merz, Gilberto Zorio, Giulio Paolini, Anish Kapoor, Rebecca Horn, Joseph Kosuth, Richard Serra, Luciano Fabro, Sol LeWitt, Jenny Holzer, Michelangelo Pistoletto, Jan Fabre.

Le opere sono due, disegnate e progettate appositamente per “Barock”, la mostra del museo MADRE dedicata all’arte barocca contemporanea.

La prima installazione, Pionier I, posizionata nel cortile del museo, consiste in un paracadute, che ricorda vagamente quelli utilizzati per l’atterraggio delle capsule spaziali sulla superficie extraterrestre o quelli per lanciare carichi in territori inaccessibili. Gonfiato tramite un ventilatore, il paracadute è illuminato da una forte fonte di luce che ne evidenzia la struttura al calare della sera.

La seconda installazione, Pionier II, consiste in tre mongolfiere ad elio, illuminate e collegate al suolo tramite cavi metallici che ondeggiano in Piazza Plebiscito accompagnate da un suono di sottofondo, trasposizione sonora delle onde telluriche prodotte dal Vesuvio. Entrambe le installazioni affrontano il tema dell’interazione tra gli elementi artificiali e naturali, direttamente ispirati al rapporto contrastato che la città vive con il suo sottosuolo. Tutto ciò a voler rappresentare la difficoltà a raggiungere la stabilità e quanto un metodo sia facilmente sottovalutato o contraddetto.

«La componente visiva» spiega l’artista a “Il Mattino” «prevede tre sculture. Ognuna è composta da un pallone volante, riempito di elio e legato a una base a terra a forma di lamiera colorata. La componente audio prevede invece la trasmissione di un suono basso diffuso su tutta la piazza, partendo dal porticato di Palazzo Reale. Si tratta di un suono, elaborato con un software, dei dati trasmessi in tempo reale dall’istituto sismico dell’Osservatorio Vesuviano, sui movimenti tellurici di Napoli».

Quindi Pioneer sarà anche musica, il concerto della Terra, e potrà essere ballata. «Voglio anche far ballare i ragazzi» aggiunge Nicolai «perché l’arte è movimento non solo attraverso il tempo, ma anche attraverso i corpi. E lo farò anche il 17 dicembre, due giorni prima di inaugurare l’installazione, con una serata da dj al Madre». E sempre al museo MADRE, è stata esposta una sua opera che s’intitola semplicemente Ora”, nell’ambito della grande celebrazione della stagione del Barocco, che al Madre diventa inevitabilmente Barock”.

Far tornare il Barocco a Napoli significa esprimere attraverso forme artistiche nuove e contemporanee la crisi, le incertezze, l’instabilità, il disequilibrio di una città che cerca in ogni modo di comunicare ciò che prova. E’ arrivato il momento di “ascoltarla”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: